Monthly Archives: gennaio 2012

Leggenda Indiana

“Io sono Islea. Grande Shamana nel mio popolo. Nella mia Terra Piccolo Lupo dagli occhi di ghiaccio esiste una leggenda che parla di noi lupi e degli uomini . Parla anche di tua madre… e ora parlerà anche di te…”Venne un giorno, all’alba del mondo, in cui Colui che Crea non riuscì più a seguire con gli occhi le moltitudini di cose che accadevano sulla terra.

indianalupi

Allora chiese a un lupo di farne il giro di corsa per scoprire come vivevano e operavano gli essere da Lui creati. La prima volta il lupo fece il giro della terra molto rapidamente. Ma era troppo veloce e Colui che Crea lo rimandò indietro. La seconda volta il lupo impiegò un anno, ma nel corsodi quel tempo non fece in tempo a vedere tutto. Di nuovo Colui che Crea lo rimandò sulla terra. La terza volta il lupo non tornò più perché la terra era diventata troppo grande per lui e vi accadevano troppe cose. Colui che Crea attende ancora oggi il ritorno del lupo…

Sulla terra il lupo ebbe molti discendenti che, con il passare del tempo,dimenticarono la missione affidata loro da Colui che Crea. Fu così che i lupi cominciarono a vivere come tutti gli ùanimali, ma per mantenere la promessa fatta a Colui che Crea cercarono qualcuno che potesse sostituirli nella loro missione. I lupi pensarono che gli uomini fossero, fra tutti gli animali creati da Colui che Crea, quelli piùadatti.Ma, con il passare del tempo, i lupi si accorsero che la loro era una scelta sbagliata.

indiana

Gli uomini si rivelarono violenti,deboli, fragili dentro. I lupi decisero allora di diventare i guardiani degli uomini finchè questi ultimi non fossero stati pronti a diventare la loro discendenza e a prendere il loro posto nella missione voluta da Colui che Crea, placando la suacollera. Ma i secoli sono passati e gli uomini non sono cambiati.Il popolo dei lupi è l’ombra del popolo degli uomini. Certi uomini lo sanno. Certi uomini sono lupi…

legindiana

IL LUPO

lupi12copia

Gli uomini lo sanno che cos’è la vita…
siamo nel mirino… corri un altro po’…
ci sorprende il lampo di una fucilata…
…dimmi… stai giocando?…
non mi dire no…
Giovane compagna…
fossi addormentata?…
gli uomini sorridono,
ora sò perché…
leccherò per sempre questa tua ferita…
uomo… se hai il coraggio prendi pure me…
t’innamorerai del tuo prigioniero,
ti sorprenderai… t’innamorerai di me…
t’innamorerai del tuo prigioniero,
ti sorprenderai… t’innamorerai di me…

Dietro la collina scende giù la sera…
dietro al nostro amore…
…dorme insieme a te…
[M. Castelnuovo]

IL LUPO SILANO

Il lupo silano fino a qualche decennio addietro, si poteva sentire ululare ogni notte….erano i richiami che usavano i vari componenti del branco per tenersi in contatto.Si assisteva, così allo spettacolo dei cani randagi che si riunivano e…formando uno schieramento a forma di piramide,con gli animali più forti alle prime posizioni rispondevano abbaiando fino alle prime luci dell’alba.Raramente venivano a contatto tra di loro.Nè i lupi si azzardavano ad avvicinarsi troppo agli abitatitranne che durante il peridodo invernale, quando,come annualmente si verificava,infierivano fra qualche gregge ed arrivavano fino alla periferia dei paesi silani.

Fino a pochi anni addietro,per gli abitanti della Sila il lupo costituiva un serio pericolo e,anche se non attaccava l’uomo se non quando gli era precusa ogni altra via per mettersi in salvo,metteva spesso in pericolo intere greggi alle porte della capanne dei pastori era frequente vedere appese pelli di animali:erano delle bestie che erano state raziatee che il pastore esponeva alla pubblica vista perchè il padrone del gregge fosse informatoche i lupi gli avevano causato delle perdite.

I “lupari” di professione, a cavallo, andavano in cerca di lupi da uccidere,ed anche l’occasionale uccisore di una bestia riceveva, facendo il giro di ciascuna abitazione,doni e fama di essere un “forte”. L’assurda caccia che gli è stata data,la costruzione di nnumerevoli strade fra i boschi e l’impoverimento della selvagginahanno decimato i branchi che ora vengono protetti.

Il Lupo Maestro

Il Lupo, esploratore delle terre. Conoscitore dei popoli.Colonizzatore servile è il precursore di una nuova vita.Maestro coscienzioso ritorna nel clan per insegnare e condividere la sua conoscenza,medicina per un vivere in armonia nel Creato.Il Lupo mostra la sua lealtà in ogni cosa,è fedele al suo branco e alla sua compagna,ai suoi figli e alla Madre Terra,e trasmette questa sua qualità alla progenie futura.Se ti fosse possibile frequentare i Lupi,potresti scoprire nel branco, un immenso senso della famiglia,nonché un fortissimo impulso individualista.Il Lupo non si annulla, non annienta la sua personalità per il piacere di qualcuno,Egli rimane se stesso per completare la pluralità che porta alla perfezione ell’entità.Anche gli uomini possiedono la capacità di far parte di una società,eppure continuano ad incarnare i propri sogni e le proprie idee nell’individualismo…

Se solo si fermassero ad osservare il Maestro, capirebbero l’importanza dell’unione dell’insieme.Il Lupo, viene posto in relazione con la Stella Cane, Sirio,la cui leggenda tramanda la provenienza dei maestri dell’antichità.Enigmatiche leggende narrano del mistero di Sirio,una Stella legata a fatti e a conoscenze delle quali l’uomo ha potuto verificarne l’effettiva autenticità,solo nell’era moderna e con tecnologie delle quali, al tempo dei primi racconti,non si sperava neanche si potessero mai realizzare.Sirio, dopo il Sole, è la stella più brillante in cielo.Sirio è la casa degli dei.Il Lupo, essere superiore, nella tradizione indiana,viene collegato ai maestri del passato come esempio di rettitudine.Capace di affrontare il ciclo della Vita con dignità e coraggio,cerca sempre di evitare conflitti di sangue.


Comunicando attraverso leggere flessioni del corpo e sottili mutamenti emotivi,esprime il suo forte controllo sulla coscienza.Protettore della Natura, viene a sua volta protetto, per salvaguardare la sua grande conoscenza.‘I suoi sensi sono molto acuti, le sue verità molto profonde.Altruista per il bene distribuisce al mondo la sua saggezza.In comunione con la Luna, esterna l’energia psichica e,dell’inconscio, svela i segreti che conducono alla conoscenza e all’equilibrio.’L’ululato è il richiamo e la richiesta, è l’intesa e il desiderio di comunicarecon tutto ciò che si trova appena al di sotto della superficie del sapere.La medicina del Lupo dà al maestro che è in ognuno di noi, la forza di venire fuori,per aiutare i figli della Terra a comprendere il Grande Mistero e la Vita…

Il Branco


La consapevolezza della potenza dell’unione,muove gli animali sociali, ad aggregarsi fra loro.La saggezza dei lupi sta nell’unirsi per sopravvivere e per continuare a lasciare le proprie impronte sulla terra.Ciò che fa del lupo un esempio di armonia ed equilibrio,sta nel suo comportamento sociale-altruistico di collaborazione.Cacciati fino al limite dell’estinzione.Indipendenti ma dotati di grande spirito di branco.Capaci di adattarsi agli habitat più difficili.Cacciatori intelligenti e spietati.Fedeli e protettivi verso i cuccioli e i vecchi.I Lupi sono oggi animali simboli della natura, da salvare.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Translate »